Quadrato semiotico - pubblicità referenziale

Quattro modi di fare pubblicità: la pubblicità referenziale

Tempo di lettura stimato: 1 minuti.

Il semiotico Jean Marie Floch, servendosi del quadrato semiotico, uno strumento che analizza i valori per contrapposizioni e contraddizioni, ha individuato quattro principali modi di fare pubblicità:

Quadrato semiotico - pubblicità referenziale

La pubblicità referenziale

Oggi prendiamo in considerazione il primo caso, la pubblicità referenziale, che si addice solo ad un limitato numero di prodotti ed è un modo di fare pubblicità che punta principalmente a mettere in risalto i valori base del prodotto, i valori utilitari, quelli pratici come ad esempio comfort, efficacia, affidabilità, funzionalità, durata. Come vedremo nei prossimi articoli si tratta di un modo di fare pubblicità ormai sorpassato, poco in linea con la nostra attuale società, che si nutre di spettacolarizzazione e mitizzazione del prodotto.

La modalità referenziale invece era molto in voga agli albori della pubblicità. Il prodotto, con le sue caratteristiche, è al centro della narrazione e il consumatore viene lasciato ai margini. Cosa che non accadrà più con i nuovi modelli pubblicitari dove invece il consumatore diventa il centro della narrazione e il prodotto un suo complemento. Ma questo lo vedremo nei prossimi post del blog.

Ora un esempio molto chiaro di quello di cui stiamo parlando: la pubblicità Calfort.