Quadrato semiotico - pubblicità sostanziale

Quattro modi di fare pubblicità: la pubblicità sostanziale

Tempo di lettura stimato: 1 minuti.

Il semiotico Jean Marie Floch, servendosi del quadrato semiotico, uno strumento che analizza i valori per contrapposizioni e contraddizioni, ha individuato quattro principali modi di fare pubblicità:

Quadrato semiotico - pubblicità sostanziale

La pubblicità sostanziale

Nello scorso articolo del blog abbiamo trattato la pubblicità mitica, quel tipo di pubblicità che sfrutta la funzione costruttiva del linguaggio e cerca di trasmettere valori che hanno a che fare con l’identità e l’esistenza del consumatore.

Con la pubblicità sostanziale torna la centralità del prodotto a discapito del consumatore. Si tratta di una valorizzazione critica dei valori del prodotto che non ha nulla a che fare con la valorizzazione esistenziale. Vengono proposti valori come rapporto qualità/prezzo e costi/benefici. È differente dalla valorizzazione pratica della pubblicità referenziale perché non si parla di fruibilità del prodotto ma di utilità-beneficio.

Per fare un esempio che chiarisca quanto appena argomentato: la pubblicità Lidl.