Quadrato semiotico - pubblicità obliqua

Tempo di lettura stimato: 0 minuti

Il semiotico Jean Marie Floch, servendosi del quadrato semiotico, uno strumento che analizza i valori per contrapposizioni e contraddizioni, ha individuato quattro principali modi di fare pubblicità:

Quadrato semiotico - pubblicità obliqua

La pubblicità obliqua

In questo post del blog trattiamo della quarta modalità pubblicitaria, molto in voga in questo periodo, contendendo il primato alla pubblicità mitica cui vuole contrapporsi.

La pubblicità obliqua, attraverso una valorizzazione ludico-estetica e l’utilizzo di figure retoriche quali paradosso e ironia, punta ad un effetto shock sul consumatore. Il prodotto passa in secondo piano. In primo piano in questo caso si posiziona la marca, il brand, che propone valori nuovi, inizialmente disorientanti. Questo modo di fare pubblicità, se supportata da una buona strategia di marketing, ha il grande vantaggio di creare tormentoni e fidelizzare il consumatore al brand.

Per fare un esempio che esemplifichi quanto argomentato: la pubblicità RedBull.

@

    Per contattarci, darci suggerimenti o per ricevere maggiori informazioni, lasciateci un messaggio, cercheremo di rispondervi al più presto, se non piove!!!