Social Media Strategies 2022: i 4 speech più interessanti

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

Mercoledì 16 e giovedì 17 novembre 2022 abbiamo partecipato alla nona edizione del Social Media Strategies, tenutosi a Bologna, in qualità di partner di Search On Media Group, organizzatore dell’evento.

#SMStrategies è l’evento dedicato ai professionisti dei social media e del web marketing, un’occasione preziosa per fare formazione e scoprire le novità in ambito digital del 2023.

Questa edizione è stata ospitata dalle storiche mura di Palazzo Re Enzo a Bologna, una location alquanto suggestiva che si contrappone a termini di attualità come Metaverso, TikTok e Influencer.

In questi due giorni abbiamo assistito a numerosi speech tenuti da professionisti di settore, rivisto tanti vecchi amici e fatto networking di ottima qualità, come testimonia questa foto: 

Questa edizione è stata ricca di interventi, noi abbiamo deciso di riportarvi i 4 speech più interessanti condensati in pillole.

 #1 L’influencer Marketing nel tuo piano strategico di Lucia Guerra

Lucia Guerra è specializzata in digital marketing strategies e TikTok ads. 

Dopo aver precisato che su Tik Tok si parla di creators e non di influencer, Lucia ha spiegato come intraprendere una collaborazione tra brand e creators.

Tiktok Creators Marketplace è la piattaforma per gestire le ads di Tik Tok,  permette ai brand di mettersi in contatto con i creators di tutto il mondo, è quindi un ottimo strumento per interfacciarsi ai protagonisti del social. 

Dalla dashboard è possibile cercare il creator ideale filtrando per tasso di interazioni, reach e media di riproduzioni. Una volta inseriti i filtri, la piattaforma restituirà un elenco di profili papabili per essere gli ambassador del brand. 

I profili indicano già il loro cachet per la collaborazione, da qui basterà iniziare una conversazione con il profilo scelto, indicargli le linee guida per la promozione del prodotto e impostare la campagna

Una strategia di influencer marketing tramite Tik Tok può anche essere fatta senza l’utilizzo di Tiktok Creators Marketplace, ma se sei un novizio e vuoi iniziare una collaborazione, questo strumento può essere un punto di partenza in termini di valutazione del creators ideale.

#2 Cosa funziona su Instagram? Esempi, best practices e aggiornamenti per gestire al meglio il social piú tiktokizzato della storia di Roberto Nardini

Roberto Nardini, co-founder di ADV plus, ci aggiorna su tutte le funzioni di Instagram del momento e su quelle che ci attendono per il 2023.

Gli aggiornamenti degli ultimi mesi:

  • Feed a schermo intero, quella è la porta. Mi dispiace ma per ora non ha funzionato. Lasciamo full-screen solo i Reels e Tik Tok.
  • Post fissati in alto, ormai un’istituzione. Sono importantissimi per informare l’utente sul tuo prodotto/servizio alla velocità di un click. 
  • Commenti fissati in alto. Anche i commenti si possono fissare, molto utile nello scenario di una collaborazione con un creator che lascia commenti positivi, oppure per stimolare la conversazione sotto al post, o fissare commenti indicanti dei dettagli di prodotto.
  • Mappa con ricerca. Diventa a tutti gli effetti un competitor di Google Maps quando vogliamo cercare luoghi nelle vicinanze. I profili più attivi tramite storie e post appariranno più in alto nella schermata del luogo cercato.
  • In arrivo programmazione dei post direttamente dall’app. (finalmente)
  • Nuova desktop version che consente una usabilità più fluida.
  • Sticker nei Reels, strumento interessante per aumentare l’interazione con il tuo pubblico.
  • Topic nei Reels, consente di categorizzare per tematiche i propri contenuti.
  • Descrizione sotto ai Reels. Molto importante è una descrizione con # e parole chiave. I Reels brevi (max. 6 sec) che rimandano alla descrizione, producono un tasso di engagement molto elevato.
  • Musica nei post in feed con foto. Attenzione però, se sei un business non puoi utilizzare musiche coperte da copyright.

Ricordiamoci che l’algoritmo di Instagram premia la flessibilità nell’utilizzo di diversi formati di contenuto, un bel melting pot di reel, video, storie, post e caroselli. 

#3 +460% lead in 20 giorni: il caso Haier Condizionatori. 5 tips che hanno fatto funzionare le campagne su Meta di Giulia Rusca.

Giulia Rusca è Performance Marketing Specialist di Marketing Arena Spa. 

Nel suo speech presenta il caso studio di Haier Condizionatori. L’obiettivo di Giulia era quello di strutturare una campagna di lead generation.

Con questo caso studio Giulia ci fornisce un piccolo modello di ragionamento molto utile nella fase di ottimizzazione delle campagne

Durante la fase di ottimizzazione è necessario intervenire su:

  • l’aspetto  tecnico, andando ad esempio modificare targetizzazione, budget e pixel;
  •  l’aspetto creativo, migliorando e diversificando il copy, la creatività e in questo caso l’esperienza sulla landing page

Concentrarsi su due dimensioni:

  •  le performance pre-clic, che vanno valutate in relazione alle KPI della campagna, nel caso di Giulia era il CTR dato che l’obiettivo della campagna erano i clic alla landing page. 
  •  le performance post-clic, nel caso di Giulia misurabili in conversion rate, in quanto la campagna prevedeva una compilazione di modulo di contatto. 

Abbiamo quindi una sorta di matrice a quattro quadranti che ci fa capire in quale fase è la nostra campagna.

Utilizzando questo schema, ecco le ottimizzazioni apportate alla campagna di lead generation:

ASPETTO TECNICO e PERFORMANCE POST- CLIC : 

  • passare da conversioni personalizzate a conversioni standard. Danno il giusto boost all’algoritmo.

ASPETTO TECNICO e PERFORMANCE PRE-CLIC:

  • creare pubblici LAL con alta percentuale. ( dal 5% in su).

ASPETTO CREATIVO e PERFORMANCE PRE-CLIC:

  • testare tanta creatività, sia nel copy sia nelle immagini anche dal punto di vista del formato.

ASPETTO CREATIVO e PERFORMANCE POST-CLIC:

  • fare A/B test sulla landing page. Ottimizzazione dei copy e delle CTA presenti nella landing. 

PICCOLA TIPS BONUS:

  • lavorare in ottica Always on. Ciò significa non avere solo una strategia di comunicazione, ma diversificare le sponsorizzazioni sia in termini di obiettivo che di durata.

#4 Sopravvivere ai video brevi: app, strumenti e modelli per creare video seriali per piattaforme social di Silvia Bevilaqua

Silvia Bevilaqua è una giornalista e video creatori di Immagina tv, il suo speech vuole fornire un kit di sopravvivenza ai video brevi che oggigiorno spopolano sulle piattaforme social.

L’utente adora i video, purché siano brevi, impattanti e con ritmo incalzante. 

I primi secondi devono subito far capire il messaggio del brand. Per questa ragione, nella fase di ideazione dobbiamo ragionare per immagini. 

Quindi come ce la caviamo? 

Niente panico. Molto spesso le piattaforme hanno già dei modelli preimpostati pronti per essere riempiti. Eccone 3:

  • I modelli nei Reels. 

Ti basterà inserire nelle clip preimpostate, la tua foto o il tuo video. Una volta inseriti i contenuti, Instagram monta il video a ritmo di musica. Et voilà, il Reel è fatto.

  • Canva e i suoi super poteri. 

Con i suoi modelli preimpostati fornisce tantissime idee creative. Ti basterà riempire i mock up con i tuoi contenuti. 

  • Cap Cut, App di video editing gratuita, molto facile da utilizzare. Puoi creare infiniti contenuti utilizzando montaggi che tu stesso hai precedentemente prodotto. 

Questa app, a differenza dei modelli nei Reels che sono per lo più standardizzati, ti permette di creare da zero la struttura dei tuoi video.

Ora che conosci i principali strumenti con cui realizzare i tuoi video dai spazio alla creatività. 


In conclusione questo Social Media Strategies è stato davvero interessante e pieno di spunti per iniziare il 2023 all’insegna della comunicazione FULL-SCREEN.

@

    Per contattarci, darci suggerimenti o per ricevere maggiori informazioni, lasciateci un messaggio, cercheremo di rispondervi al più presto, se non piove!!!