Max Pezzali per McDonald's

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Il grande classico CrispyMcBacon, firmato McDonald’s, ora è disponibile a tempo limitato sia nella versione big che nella versione al pollo!

Anche a voi è venuta voglia di GranCrispyMcBacon ultimamente?

Immaginiamo perché! La nuova campagna pubblicitaria di McDonald’s sta funzionando piuttosto bene, non dite?

La scelta del testimonial

Qui in agenzia ci siamo domandati se la scelta di Max Pezzali come testimonial fosse azzeccata o meno. I pareri sono stati piuttosto contrastanti.

Partiamo dal principio: l’idea di affiancare un panino “storico” del McDonald’s a una canzone ormai cult dei tempi d’oro degli 883 a me piace, o meglio, secondo me funziona.

Allo stesso tempo mi chiedo a quale target ha voluto puntare il McDonald’s.

“Sei un mito” la cantavano gli 883 nel 1993: anni luce fa! Eppure questa canzone ha risonanza tutt’oggi…anche se quando uscì il singolo il mio capo chiedeva alle ragazzine di uscire e io prendevo ancora il biberon!

Che i Crispy Lovers non siano troppo piccoli? Può essere una buona ipotesi.

Altra considerazione: Max è stato giudice nell’ultima stagione di The Voice of Italy. Che anche questo sia un fattore tenuto in considerazione dalla McDonald’s? E’ conosciuto quindi anche dalle Beliebers e Onedirectioners? Può essere!

Il claim

La scelta del claim “un mito ancora più grande” ha fatto centro!
Un mito” fa riferimento sia al tormentone di Max, sia al grande classico della McDonald’s cioè il CrispyMcBacon.
Piu’ grande” si riferisce al fatto che la promo prevede 5 settimane in cui il Crispy diventa “Gran”.

We love campagne marketing e di comunicazione

La campagna firmata Leo Burnett a me ha soddisfatto!

Per questo motivo ho iniziato a studiarmi le modalità di programmazione degli spot sia su televisione, sia sul Digital che in versione Social. Per quanto il McDonald’s abbia una reputazione piuttosto contrastante per quanto riguarda la qualità delle sue materie prime, ritengo però che dal punto di vista pubblicitario sia una delle aziende al vertice… e non lo dico solo perché sono una Crispy Lover!

È fondamentale adattare il contenuto multimediale a seconda del tipo di piattaforma su cui verrà utilizzato.
Per i video questa considerazione è sacrosanta. Sui Social un video troppo lungo non verrà mai considerato. Si consigliano dunque formati più corti da 15 o 30 secondi.

Ovviamente si può strutturare una campagna che prevede micro spot per poi giungere alla versione più lunga, una sorta di storytelling che tiene incollate le persone alla vostra narrazione di marca! Un po’ come abbiamo fatto nella stagione estiva 2015 con la Casina del Bosco.

Pancia mia fatti Casina

Abbiamo creato dei comingsoon grafici e un mini teaser promo da 30 secondi che infondesse curiosità ai nostri utenti. Successivamente abbiamo sponsorizzato la versione integrale del video da 4 minuti e mezzo. Ovviamente la sceneggiatura è stata pensata in maniera smart così da non sembrare noiosa e pesante. In questo modo i nostri utenti avrebbero visto il video dall’inizio alla fine.
Grazie ai nostri testimonial di eccellenza, alle capacità di taglia e cuci dei registi e alla caparbietà del Social Media Manager… il risultato è stato formidabile!

Successivamente abbiamo creato dei content post che richiamassero i contenuti del video, così da continuare il nostro storytelling anche durante la normale programmazione sui social.

Cosa ne dite?
Siete dei Crispy Lovers o fan della Piadina?
Io nel dubbio mangio entrambi!

…e quasi quasi faccio un salto anche da Burger King!

Burger King Vs McDonald'S

@

Per contattarci, darci suggerimenti o per ricevere maggiori informazioni, lasciateci un messaggio, cercheremo di rispondervi al più presto, se non piove!!!