Ceres Rosa - Pesce d'Aprile

Pesce d’Aprile, gli ‘scherzetti’ dei brand

Tempo di lettura stimato: 2 minuti.

Ceres Rosa - Pesce d'Aprile

Tra lanci di prodotti improbabili, notizie tanto assurde da sembrare vere e grafiche ideate ad arte, ogni anno, come da tradizione social, i grandi brand si inventano bufale grandiose per cercare di sorprendere e divertire i propri fan.

Certo è che tra i tanti riusciti perfettamente, altri sono sembrati invece troppo scontati, altri ancora hanno seriamente fatto preoccupare o arrabbiare i fan, ma una cosa è ormai certa: tutti hanno capito l’importanza dei social, del dialogo con i propri fan e della necessità di stare sempre sul pezzo e mostrare il proprio lato umano.

Questo è il motivo per cui alcune big company, da Google a Twitter, passando per Ceres e Peugeout, hanno fatto la storia dei Pesci d’Aprile social, impostando una strategia che va ben oltre la burla. Chi ricorda lo scherzo di Ceres del 2014 che aveva creato un sito dedicato a un prodotto che sarebbe stato lanciato sul mercato dopo pochi giorni? Si trattava della Softale, una nuova birra di colore rosa, al sapore di lampone e zenzero e con una bassa gradazione alcolica. Potete immaginare la reazione dei fan! Come quando Peugeot ha annunciato la sua speciale Rcz che cambia colore a seconda dell’umore.

E i video capovolti di Youtube del 2009? Dalla piattaforma dissero che era per aumentare la qualità della visione. Indimenticabile anche Google Nose dello scorso anno, un sistema per sentire gli odori da ogni parte del mondo semplicemente sniffando il proprio dispositivo su Google Maps. Mentre quei simpaticoni di Twitter volevano farci pagare le vocali. Quanto? Appena 5 dollari al mese.

Non mancano anche le burle dei grandi colossi dell’informazione internazionale: nel 1967 la BBC Radio raccontò di un presunto allineamento di Plutone e Giove che avrebbe ridotto la gravità della Terra. Molti giurarono di aver percepito il fenomeno! Il New York Times nel 1934 annunciò che un inventore tedesco aveva trovato il modo di decollare soffiando nei tubi di un trabiccolo. C’è da dire che la fantasia non è mai mancata!

#AprilFools: il Pesce d’Aprile su Instagram

Ma anche gli utenti di Instagram non sono da meno. Quest’anno il pesce d’aprile si celebra già da qualche giorno a colpi dell’hashtag #aprilfools. Ecco alcuni dei più divertenti:

Sono ormai secoli che il poisson d’avril francese miete vittime ovunque. Pare infatti che la tradizione derivi dai pacchi regalo vuoti consegnati proprio in questa data, che prima del calendario gregoriano coincideva con i primi giorni dell’anno. Una tradizione che nei social ha trovato ‘mare per pesci’!

NOTA: Questo articolo del blog contiene un virus, condividi per rimuoverlo! 😉